Complicanze varie/eventuali

Iperglicemia da stress legata al diabete a seguito di malattia critica

Adv

Young scientist doing a research

Tra i pazienti adulti ricoverati con iperglicemia transitoria da stress, il rischio di successivo sviluppo del diabete era aumentato rispetto ai loro omologhi normoglicemici, come suggerito dai risultati di un ampio studio osservazionale.

Secondo Sunny H. Wong, MD , professore associato nel dipartimento di medicina e terapia dell’Università cinese di Hong Kong, e colleghi, l’iperglicemia da stress è associata a un aumentato rischio di diabete tra i sopravvissuti a malattie critiche. Per lo studio, i ricercatori hanno cercato di determinare se i pazienti senza diabete ricoverati in ospedale per batteriemia o malattie non batteriemiche con iperglicemia da stress transitoria hanno un rischio elevato di successivo sviluppo del diabete rispetto a quelli che sono rimasti normoglicemici.

Lo studio osservazionale retrospettivo ha incluso 224.534 pazienti ricoverati sottoposti a emocoltura per batteri dal 2010 al 2012. L’analisi ha incluso 31.691 pazienti con batteriemia e 126.764 senza batteriemia.

I ricercatori hanno definito l’iperglicemia da stress in base al livello di glucosio casuale più alto di almeno 7,8 mmol/L (140 mg/dL) durante il periodo di ammissione dell’indice.

La diagnosi di diabete, basata su codici diagnostici, risultati degli esami del sangue o registrazioni dei farmaci, fungeva da endpoint primario.

I ricercatori hanno escluso i pazienti con diabete preesistente o non diagnosticato o stato di diabete indeterminato e hanno eseguito la corrispondenza del punteggio di propensione.

Nella coorte di pazienti con batteriemia, quelli con iperglicemia da stress hanno dimostrato un’aumentata incidenza cumulativa di diabete successivo (HR = 1,7; IC 95%, 1,2-2,4; P = 0,002) rispetto a quelli con normoglicemia.

“Notevolmente, le curve di incidenza cumulativa dei due gruppi si sono quasi sovrapposte nei primi 2 anni dopo l’ammissione all’indice, ma hanno iniziato a divergere in seguito”, hanno scritto Wang e colleghi. “Questa scoperta indicava che l’iperglicemia da stress nella batteriemia era associata a una maggiore incidenza a lungo termine del diabete”.

I risultati hanno anche indicato che l’iperglicemia da stress predice il diabete indipendentemente dall’età, dal sesso, dalla comorbidità e da altri marcatori sierologici.

Tra i pazienti senza batteriemia, l’iperglicemia da stress ha prodotto una maggiore incidenza cumulativa di diabete (HR = 1,4; IC 95%, 1,2-1,7; P <.001).

“Questo studio di coorte retrospettivo su tutto il territorio ha sostenuto che l’iperglicemia da stress è un fattore di rischio per il successivo diabete tra i pazienti adulti ricoverati”, hanno concluso i ricercatori. “Il riconoscimento di un aumentato rischio di diabete in questi pazienti può consentire un intervento clinico precoce”.


Fonte: 

Wang X, et al. Diabetes Care. 2022;doi:10.2337/dc21-1682.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: