Sport e movimento

Gli individui con diabete di tipo 2 rispondono in modo diverso all’esercizio

Adv

L’esercizio fisico regolare aiuta a prevenire e ritardare lo sviluppo del diabete di tipo 2 e delle sue complicanze. I ricercatori del Karolinska Institutet, insieme a un team di scienziati internazionali, hanno scoperto che l’attivazione del sistema immunitario nel muscolo scheletrico durante l’esercizio può essere alla base della differenza nel modo in cui le persone con diabete di tipo 2 percepiscono e rispondono all’esercizio. Questi risultati sono pubblicati sulla rivista Science Advances .

Gli individui con diabete di tipo 2 hanno in genere una risposta infiammatoria disregolata in più tessuti, che è associata alle complicanze della malattia come la resistenza all’insulina e le malattie cardiovascolari. In questo studio, i ricercatori svelano un ruolo fondamentale per le citochine, le eserchine, reattive all’esercizio, sullo sviluppo e sulla crescita del muscolo scheletrico in individui con normale tolleranza al glucosio o diabete di tipo 2.

“Negli individui con diabete di tipo 2, un attacco acuto di esercizio attiva il sistema immunitario in modo distinto e potenziato rispetto ai volontari sani “, afferma la professoressa Juleen R. Zierath presso il Dipartimento di Medicina e Chirurgia Molecolare e il Dipartimento di Fisiologia e Farmacologia, Karolinska Institutet, che ha condotto lo studio.

Uomini non addestrati con diagnosi di diabete di tipo 2 sono stati reclutati insieme a volontari sani di età e peso corporeo simili. Ai volontari è stato chiesto di eseguire un singolo esercizio su un cicloergometro. Il team di ricerca ha raccolto biopsie del sangue e dei muscoli scheletrici in cui hanno misurato la risposta all’esercizio.

I ricercatori hanno scoperto che diverse citochine, molecole prodotte dal sistema immunitario in risposta allo stress, sono state prodotte nel muscolo scheletrico da individui con diabete di tipo 2. L’effetto di quelle citochine è stato testato in cellule in coltura per determinare se quelle molecole influenzano il modo in cui le cellule muscolari scheletriche reagiscono all’esercizio.

L’esercizio fisico regolare riduce la risposta infiammatoria

“Dati gli effetti salutari dell’esercizio fisico regolare sul metabolismo e sulla funzione del muscolo scheletrico , la risposta infiammatoria esacerbata negli individui con diabete di tipo 2 è probabilmente una risposta benefica all’esercizio fisico acuto”, afferma la professoressa Juleen R. Zierath. “L’attivazione del sistema immunitario probabilmente diminuirà se l’esercizio viene ripetuto regolarmente durante i regimi di allenamento”, aggiunge.

Una ridotta infiammazione sarebbe utile per il controllo del glucosio e per mitigare le complicanze associate al diabete di tipo 2.

“Ora dobbiamo capire come possiamo modulare la risposta infiammatoria all’esercizio. Ciò può aumentare i benefici dell’esercizio e aiutare le persone a gestire meglio il diabete di tipo 2 con protocolli di allenamento adeguati”, afferma Nicolas Pillon, assistente professore presso il Dipartimento di Fisiologia e Farmacologia, Karolinska Institutet e primo autore dell’articolo.


Ulteriori informazioni: Nicolas J. Pillon et al, Risposta infiammatoria indotta dall’esercizio distintivo e induzione di eserchine nel muscolo scheletrico di persone con diabete di tipo 2, Science Advances (2022). DOI: 10.1126/sciadv.abo3192

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: