Terapie

I farmaci per l’artrite reumatoide riducono il rischio di malattie cardiache

Le persone con artrite reumatoide hanno un rischio superiore alla media di malattie cardiovascolari, ma un nuovo studio suggerisce che anche i farmaci comunemente usati per ridurre l’infiammazione articolare nei pazienti riducono tale rischio. 

“Il messaggio rassicurante è che mentre le tue articolazioni stanno migliorando con i trattamenti RA, lo è anche il rischio di malattie cardiovascolari”, afferma Joan Bathon, MD, co-leader dello studio e professore di medicina e direttore della divisione di reumatologia presso Columbia University Vagelos College of Physicians and Surgeons.  

Recenti studi clinici hanno dimostrato che gli immunomodulatori, farmaci che riducono l’infiammazione, riducono significativamente infarti, ictus e altri eventi cardiovascolari nelle persone con malattie cardiovascolari. Ma non è chiaro se questi farmaci abbiano un effetto simile sulle persone con artrite reumatoide, che hanno un rischio di malattie cardiache superiore del 50% rispetto alla persona media. 

Più di 1,3 milioni di adulti negli Stati Uniti hanno l’artrite reumatoide, una malattia cronica autoimmune e infiammatoria che provoca gonfiore articolare doloroso. È noto che l’infiammazione porta all’aterosclerosi e contribuisce alle malattie cardiache, il che può spiegare gli elevati tassi di malattie cardiache nelle persone con artrite reumatoide.  

Il metotrexato è la prima scelta terapeutica per i pazienti con artrite reumatoide da moderata a grave, ma la maggior parte dei pazienti affetti da artrite reumatoide andrà prima o poi su un inibitore del fattore di necrosi tumorale (TNFi) o su una tripla terapia (metotrexato più sulfasalazina e idrossiclorochina). 

Nel nuovo studio, condotto da ricercatori della Columbia University e del Brigham and Women’s Hospital, 115 adulti con artrite reumatoide da moderata a grave nonostante il trattamento con metotrexato sono stati randomizzati per aggiungere un TNFi – o adalimumab (Humira) o etanercept (Enbrel) – o per andare in triplice terapia.   

Dopo sei mesi, entrambi i gruppi hanno avuto riduzioni simili dell’infiammazione arteriosa, un indicatore del rischio di malattie cardiache e dell’attività della malattia dell’artrite reumatoide. 

“Siamo rimasti sorpresi nel vedere che entrambe queste potenti strategie di trattamento antinfiammatorio hanno ridotto il rischio di malattie cardiache nei pazienti con artrite reumatoide”, afferma Bathon. “I medici devono ancora prestare attenzione ai soliti fattori di rischio di malattie cardiache, come il colesterolo alto, l’ipertensione e l’obesità. Ma poiché l’infiammazione, una caratteristica chiave dell’AR, aumenta ulteriormente il rischio cardiovascolare, ridurre l’infiammazione trattando l’artrite è un nuovo meccanismo per ridurre il rischio di malattie cardiache in questi pazienti. 

Maggiori informazioni 

Lo studio, intitolato ” Riduzione del rischio cardiovascolare con immunomodulatori: uno studio di confronto attivo randomizzato tra pazienti con artrite reumatoide “, è stato pubblicato online il 30 novembre negli Annals of Rheumatic Diseases . 

Gli altri collaboratori sono Daniel H Solomon (Brigham and Women’s Hospital), Jon T. Giles (Columbia), Katherine P. Liao (Brigham and Women’s), Paul M. Ridker (Brigham and Women’s), Pamela M. Rist (Brigham and Women’s ), Robert J. Glynn (Brigham e abbigliamento femminile), Rachel Broderick (Columbia), Fengxin Lu (Brigham e abbigliamento femminile), Meredith T. Murray (Brigham e abbigliamento femminile), Kathleen Vanni (Brigham e abbigliamento femminile), Leah M. Santacroce (Brigham e femminile), Shady Abohashem (Massachusetts General Hospital), Philip M. Robson (Mount Sinai Medical Center, New York), Zahi Fayad (Mount Sinai), Venkatesh Mani (Mount Sinai) e Ahmed Tawakol (Massachusetts General).  

Lo studio è stato finanziato da una sovvenzione del National Institutes of Health ( U01AR068043 ). Abbvie e Amgen hanno fornito i farmaci dello studio. 

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: