Complicanze varie/eventuali

La stimolazione del midollo spinale può alleviare il dolore ai nervi dei diabetici

La stimolazione del midollo spinale a bassa frequenza (SCS) può essere efficace per il trattamento della neuropatia diabetica dolorosa (DN), secondo uno studio programmato per la presentazione al 19 ° incontro annuale sulla medicina del dolore, un incontro dell’American Society of Regional Anesthesia e Medicina del dolore, dal 20 al 22 novembre.

Erika Petersen, MD, della University of Arkansas School for Medical Sciences di Fayetteville, e colleghi hanno assegnato in modo casuale (1: 1) 216 pazienti con DN doloroso per ?12 mesi a SCS a 10 kHz (Nevro Corp.) combinato con la gestione medica convenzionale ( CMM) o CMM da solo (103 pazienti). Questa è un’analisi provvisoria e il follow-up durerà 24 mesi .

Pubblicità e progresso

I ricercatori non hanno trovato eventi avversi correlati allo studio segnalati nel gruppo di controllo e 16 eventi avversi correlati allo studio nel gruppo SCS + CMM. C’erano due infezioni correlate alla procedura nel gruppo SCS + CMM a 10 kHz, con un tasso di infezione dell’1,8%. C’era una differenza significativa tra i gruppi di trattamento rispetto al raggiungimento di un sollievo dal dolore ?50% e senza un peggioramento del deficit neurologico di base. A tre mesi di follow-up, sono state rilevate anche differenze nei punteggi del dolore agli arti inferiori, nei tassi di risposta e nei miglioramenti sensoriali valutati dallo sperimentatore. Miglioramenti simili sono stati osservati per i gruppi di trattamento attraverso diverse misure funzionali e di qualità della vita correlate alla salute, compreso l’impatto del dolore sul sonno e l’impressione globale del cambiamento.

“Questi primi risultati sono incoraggianti per i pazienti DN dolorosi che sono refrattari alle cure convenzionali”, scrivono gli autori.

Diversi autori hanno rivelato legami finanziari con l’industria dei dispositivi medici.