Benessere Equilibrio

Misurare lo stress del trasloco

Nel complesso, i risultati mostrano che il livello medio di stress dei proprietari di casa è significativamente più alto rispetto agli affittuari e coloro che si spostano più frequentemente sono più stressati di quelli che non lo fanno. I dati suggeriscono anche che le persone che hanno a che fare con alti livelli di stress sono predisposte a cambiare casa.

Mentre gli stress acuti sembrano provocare movimenti una tantum, gli stress cronici si traducono in movimenti più frequenti. Lo studio mostra anche che i livelli di stress diminuiscono nel tempo quando le persone non si muovono.

Gli inquilini delle case popolari hanno livelli di stress di base molto più elevati rispetto sia ai proprietari che agli affittuari.

Il trasloco è dannoso per il benessere mentale. E il trasferimento frequente e i tipi di proprietà abitativa, in particolare il proprietario-occupante, contribuiscono in modo sostanziale allo stress .

Si raccomanda di implementare strategie abitative che garantiscano che l’alloggio possa essere sostenuto nel tempo. Ciò potrebbe includere programmi di assistenza che rendano l’alloggio più accessibile per i vulnerabili, come quelli che incontrano malattie mentali.

Ulteriori informazioni: Ka-Shing Cheung et al, Misurare lo stress del trasloco: prove dall’infrastruttura di dati integrata della Nuova Zelanda, Scienze urbane (2022). DOI: 10.3390/urbansci6040075

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: