Benessere

Le organizzazioni focalizzate sull’obesità rilasciano una dichiarazione a sostegno delle nuove linee guida cliniche AAP sull’obesità infantile

L’Obesity Society (TOS) e l’Obesity Action Coalition (OAC) hanno collaborato per pubblicare una dichiarazione sulla nuova linea guida clinica per la valutazione e il trattamento di bambini e adolescenti con obesità pubblicata dall’American Academy of Pediatrics (AAP).

Il 9 gennaio 2023, AAP ha pubblicato la sua prima linea guida di pratica clinica sul trattamento dell’obesità infantile, sostituendo le ultime raccomandazioni formulate nel 2007. Le nuove raccomandazioni sottolineano la necessità di un approccio intensivo e completo che includa la valutazione dei fattori di rischio, la valutazione delle comorbidità e offrire opzioni di trattamento utilizzando un processo decisionale condiviso con il bambino e la famiglia. Le linee guida raccomandano quattro opzioni di trattamento: colloquio motivazionale, intervento intensivo sul comportamento sanitario e sullo stile di vita, farmaci anti-obesità e chirurgia bariatrica, usati singolarmente o in combinazione per combattere questa complessa malattia cronica. La necessità di affrontare i pregiudizi e lo stigma è sottolineata come un potenziale ostacolo all’accesso alle cure. 

TOS e OAC supportano la visione basata sull’evidenza dell’obesità presentata nelle linee guida. La task force per il trattamento dell’obesità pediatrica della Obesity Society sottolinea che l’obesità pediatrica è una malattia. Gli esperti osservano che un intervento precoce può ridurre il rischio di obesità persistente e danni agli organi terminali dovuti a comorbidità di lunga data. Infatti, il trattamento dell’obesità tratta anche le comorbidità.

Daniel S. Hsia, MD, membro della task force per il trattamento dell’obesità pediatrica della The Obesity Society e professore associato, Pennington Biomedical Research Center di Baton Rouge, La., ha commentato “l’obesità è una malattia cronica che richiede un trattamento per tutta la durata della vita, anche per i bambini . Come per altre malattie croniche come l’asma, l’ipertensione e il diabete, abbiamo bisogno di una gamma di opzioni terapeutiche a seconda del paziente e per l’obesità, che includa modifiche dello stile di vita, farmaci e interventi chirurgici”.

I membri della Task Force Ihuoma Eneli, MD, MS, FAAP, professore di pediatria, The Ohio State University di Columbus e Denise Wilfley, PhD, Scott Rudolph University professore di psichiatria, Washington University di St. Louis, Mo., offrono una prospettiva sul comportamento e componente dello stile di vita: la base di tutto il trattamento completo dell’obesità è aiutare il bambino e la famiglia ad adottare l’alimentazione, l’attività fisica e i cambiamenti comportamentali riconoscendo il contesto ambientale. Il trattamento intensivo del comportamento e dello stile di vita della salute (IHBLT), sebbene non universalmente disponibile, è il trattamento comportamentale conosciuto più efficace per l’obesità infantile.

I pediatri e altri fornitori di cure primarie dovrebbero fornire o indirizzare i bambini di età pari o superiore a 6 anni – e possono fornire o indirizzare i bambini di età compresa tra 2 e 5 anni – con sovrappeso e obesità all’IHBLT. Il trattamento comportamentale include un focus sulla nutrizione, l’attività fisica e il supporto al cambiamento comportamentale. L’intervento aiuta le famiglie a trasformare i comportamenti sani appena appresi in abitudini praticandoli in tutti i luoghi in cui il bambino impara e gioca, anche a casa, a scuola e nella comunità. I bambini che partecipano a questo tipo di programmi mostrano miglioramenti nella salute socio-emotiva e fisica.

Eneli e Wilfley sottolineano che i pediatri e altri operatori sanitari di base dovrebbero familiarizzare con le risorse e collaborare attivamente con altri specialisti e programmi comunitari. I programmi sullo stile di vita che coinvolgono l’intera famiglia possono aiutare a sostenere un peso più sano e migliorare la salute e il benessere dei bambini obesi.

Quattro farmaci anti-obesità sono ora approvati per il trattamento negli adolescenti a partire dai 12 anni — Xenical®/Alli® (orlistat), Saxenda® (liraglutide), Qsymia® (fentermina/topiramato ER) e Wegovy® (semaglutide) — e uno, fentermina, per adolescenti di età superiore ai 16 anni. Un altro farmaco, Setmelanotide (imcivree), è stato approvato per i bambini dai 6 anni in su che hanno la sindrome di Barde-Biedl, una malattia genetica che causa l’obesità. 

L’American Academy of Pediatrics e l’American Society for Metabolic and Bariatric Surgery Pediatric Committee hanno scoperto che la chirurgia metabolica e bariatrica è sicura ed efficace negli adolescenti. Dato il rischio più elevato di obesità adulta che si sviluppa durante l’infanzia, la chirurgia metabolica e bariatrica non dovrebbe essere negata agli adolescenti quando esistono gravi comorbilità, come un basso punteggio di qualità della vita correlato alla salute, diabete di tipo 2, apnea ostruttiva del sonno e steatoepatite non alcolica .

Il farmacista Ted Kyle, RPh, MBA, che è un consulente politico di TOS, sottolinea l’importanza di un’assistenza rispettosa per le famiglie e i giovani con obesità. “L’obesità è una malattia cronica che ha le sue radici nella fisiologia di un bambino e nell’interazione con il suo ambiente. Niente di tutto questo è una questione di scelta. Tuttavia, le famiglie possono far fronte alle sfide che devono affrontare, se hanno accesso a medici qualificati ed empatici cura.” 

Le linee guida identificano la necessità di politiche, cambiamenti strutturali e ambientali per supportare il trattamento. “È essenziale che i nostri sistemi sanitari e in particolare gli assicuratori sanitari si sforzino di rendere equo l’accesso alle cure per l’obesità. Troppo spesso alle famiglie vengono negate le cure di cui hanno bisogno”, ha aggiunto il Presidente/CEO dell’OAC Joseph Nadglowski.

Più di 14 milioni di bambini e adolescenti sono colpiti dall’obesità, secondo l’AAP. Nonostante la complessità della malattia, TOS e OAC sono fiduciosi che le nuove linee guida cliniche AAP aiuteranno i medici dell’obesità pediatrica a sviluppare piani di trattamento migliori, completi e basati sull’evidenza per i loro pazienti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: