Mangiare e bere

Un uovo al giorno può aiutare a mantenere i livelli di vitamina D in inverno

Mangiare un uovo ogni giorno in inverno può aiutare a mantenere alti i livelli di vitamina D, ha scoperto una nuova ricerca dell’Institute for Physical Activity and Nutrition (IPAN) della Deakin University.

Fino a un adulto australiano su tre può avere una carenza di vitamina D. Può portare a affaticamento, dolori, debolezza muscolare , cambiamenti di umore e un aumento del rischio di contrarre infezioni respiratorie.

La principale fonte di vitamina D è l’esposizione alla luce solare. Molti australiani non prendono abbastanza sole durante l’inverno. Ma anche le persone dalla pelle scura, le persone che hanno bisogno di stare in casa e le persone che si coprono la pelle per motivi religiosi o culturali possono avere difficoltà a mantenere alti i livelli di vitamina D tutto l’anno.

“La carenza di vitamina D può avere un impatto negativo sulla salute delle ossa poiché la funzione chiave della vitamina D è promuovere l’assorbimento del calcio”, afferma il professor Robin Daly dell’IPAN, responsabile della ricerca.

Il calcio è fondamentale per la salute delle ossa. La carenza di vitamina D a lungo termine può portare all’osteoporosi, una condizione che riduce la densità delle ossa. Le persone con osteoporosi hanno maggiori probabilità di subire rotture o fratture ossee. Gli australiani più anziani sono particolarmente a rischio.

Anche le persone incinte sono a rischio, poiché un basso livello di vitamina D potrebbe interferire con lo sviluppo osseo del loro bambino .

“La carenza di vitamina D può anche aumentare il rischio di altre malattie non scheletriche come il diabete di tipo 2, l’ipertensione, la depressione e il morbo di Alzheimer”, afferma il prof. Daly.

La vitamina D è difficile da reperire dagli alimenti. Alle persone con bassi livelli di vitamina D vengono spesso prescritti integratori. Le uova sono uno dei pochi alimenti che sono una fonte naturalmente ricca di vitamina D.

“Il consumo settimanale di sette uova era un approccio dietetico efficace per ottimizzare i livelli di vitamina D durante i mesi invernali, quando le ore di luce solare diminuiscono”, afferma il prof. Daly dei risultati dello studio IPAN.

Pubblicato su The Journal of Nutrition , lo studio è il primo a studiare la relazione dose-risposta tra il consumo di uova ruspanti disponibili in commercio e i livelli di vitamina D nel sangue negli adulti australiani.

Cinquantuno adulti di età compresa tra 25 e 40 anni sono stati assegnati in modo casuale a tre gruppi a cui è stato chiesto di consumare due, sette o 12 uova a settimana per 12 settimane.

Ma mangiare un uovo ogni giorno non aumenterà il colesterolo nel sangue? Oltre a misurare i livelli di vitamina D nel sangue, il team di ricerca ha anche esaminato i cambiamenti nei lipidi nel sangue. Il professor Daly ha affermato che non ci sono stati effetti avversi significativi sul colesterolo.

I partecipanti hanno trovato relativamente facile mangiare le uova come parte della loro dieta quotidiana.

“La semplice strategia di mangiare un uovo al giorno è in linea con le attuali linee guida dietetiche australiane e potrebbe aiutare a prevenire complicazioni per la salute causate da carenze di vitamina D”.

Ulteriori informazioni: Robin M Daly et al, Effetto dose-risposta del consumo di uova disponibili in commercio sul siero invernale Concentrazioni di 25-idrossivitamina D in giovani adulti australiani: uno studio controllato randomizzato di 12 settimane, The Journal of Nutrition (2022). DOI: 10.1093/jn/nxac044

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: