Terapie

Stagnazione

Controllo glicemico stagnante negli Stati Uniti dal 1988 al 2020

Il controllo glicemico è rimasto fermo negli Stati Uniti dal 1988, secondo uno studio pubblicato online il 20 dicembre su JAMA Network Open .

Siddharth Venkatraman, della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora, e colleghi hanno caratterizzato le tendenze e le disparità nel controllo glicemico e nell’iperglicemia grave negli adulti statunitensi con diabete che usano insulina in uno studio trasversale basato sulla popolazione seriale utilizzando i dati del National Health and Indagine sull’esame della nutrizione tra il 1988 e il 1994 e tra il 1999 e il 2020. Sono stati inclusi dati per 2.482 partecipanti con diabete che usavano insulina.

I ricercatori hanno scoperto che la percentuale di pazienti con diabete che hanno ricevuto insulina e raggiunto il controllo glicemico non è cambiata in modo significativo dal 1988-1994 al 2013-2020, dal 29,2 al 27,5%. Rispetto agli adulti bianchi non ispanici, gli adulti messicani americani che hanno ricevuto insulina avevano meno probabilità di raggiungere il controllo glicemico; durante il periodo di studio, le disparità sono aumentate. Non è stato osservato alcun cambiamento significativo nella proporzione di adulti con iperglicemia grave, che era del 14,6% dal 2013 al 2020. La più alta prevalenza di iperglicemia grave è stata osservata per gli adulti che erano messicani americani o neri non ispanici, non assicurati o con una famiglia bassa reddito.

“Nonostante i progressi nelle formulazioni di insulina e nelle strategie di gestione del diabete, il controllo glicemico e l’iperglicemia grave tra gli adulti che usano insulina non sono migliorati nella popolazione adulta statunitense con diabete”, scrivono gli autori.

Un autore ha rivelato legami finanziari con le industrie dell’editoria e della tecnologia medica.

Maggiori informazioni: Abstract/Full Text

Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: