Benessere

Gli integratori di olio di pesce e vitamina D in gravidanza riducono il rischio di groppa nei neonati e nei bambini piccoli

Adv

La groppa è un’infezione toracica virale che colpisce i bambini piccoli. Provoca una caratteristica tosse ‘abbaiante’, una voce roca e difficoltà respiratorie. La groppa è comune e generalmente lieve, ma alcuni bambini avranno bisogno di cure ospedaliere e supporto respiratorio.

Lo studio è stato presentato dal dottor Nicklas Brustad, medico e ricercatore post-dottorato che lavora sui Copenhagen Prospective Studies on Asthma in Childhood (COPSAC) presso il Copenhagen University Hospital, in Danimarca.

Ha detto al Congresso: “Attualmente non esiste un vaccino contro l’agente patogeno che causa questa malattia. Pertanto, sono necessarie altre strategie preventive e le misure avviate durante la gravidanza potrebbero essere importanti poiché la groppa si verifica nei neonati e nei bambini piccoli. A tal fine, ci sono prove che sia la vitamina D che l’olio di pesce potrebbero avere un’influenza sul sistema immunitario”.

Ritratto del ricercatore Dr Nicklas Brustad
CREDITO: Dr Nicklas Brustad/Società respiratoria europea

Lo studio ha incluso 736 donne in gravidanza assistite dal COPSAC dal 2010. Le donne sono state divise in quattro gruppi. A un gruppo è stato somministrato un integratore di vitamina D ad alte dosi (2800 unità internazionali al giorno) e olio di pesce contenente acidi grassi polinsaturi n-3 a catena lunga (2,4 grammi), al secondo gruppo sono state somministrate vitamina D ad alte dosi e olio d’oliva , al terzo gruppo è stata somministrata una dose standard di vitamina D (400 unità internazionali al giorno) e olio di pesce, e all’ultimo gruppo è stata somministrata una dose standard di vitamina D e olio d’oliva. Tutte le donne hanno assunto gli integratori ogni giorno dalla loro 24a settimana di gravidanza fino a una settimana dopo la nascita dei loro bambini. Né le donne né i ricercatori sapevano quali integratori stavano assumendo fino alla fine dello studio.

I ricercatori hanno monitorato i bambini fino all’età di tre anni e tutti coloro che erano sospettati di soffrire di groppa sono stati diagnosticati da un medico o tramite la loro cartella clinica. Ci sono stati un totale di 97 casi di groppa tra i bambini.

Complessivamente, i bambini le cui madri assumevano l’olio di pesce avevano un rischio dell’11% di groppa, rispetto al 17% dei bambini le cui madri assumevano olio d’oliva (una diminuzione del 38%). I bambini le cui madri assumevano alte dosi di vitamina D avevano un rischio dell’11% di croup, rispetto a un rischio del 18% in quelli le cui madri assumevano la dose standard di vitamina D (una diminuzione del 40%).

Il dottor Brustad ha affermato: “I nostri risultati suggeriscono che la vitamina D e l’olio di pesce potrebbero essere utili contro la groppa infantile a dosi sufficientemente elevate. Si tratta di integratori relativamente economici, il che significa che questo potrebbe essere un approccio molto conveniente per migliorare la salute dei bambini piccoli.

“Non siamo sicuri dei meccanismi esatti dietro gli effetti benefici della vitamina D e dell’olio di pesce, ma potrebbe essere che possano stimolare il sistema immunitario per aiutare neonati e bambini piccoli a eliminare le infezioni in modo più efficace”.

Il team di ricerca che lavora al COPSAC ha già studiato altri potenziali benefici della vitamina D e dell’olio di pesce durante la gravidanza, compresi i suoi effetti sullo sviluppo osseo, sul sistema nervoso centrale, sulla composizione corporea e sull’asma. Continueranno a seguire i bambini nello studio e pianificheranno di indagare sul motivo per cui alcuni bambini sono più inclini alle infezioni durante l’infanzia rispetto ad altri.

Il professor Rory Morty dell’Università di Heidelberg è presidente del gruppo di biologia dello sviluppo dei polmoni e delle vie aeree della European Respiratory Society e non è stato coinvolto nella ricerca. Ha detto: “Sappiamo che la salute dei polmoni nei neonati e nei bambini piccoli può essere influenzata durante la gravidanza. Ad esempio, i bambini le cui madri fumano tendono ad avere una salute polmonare peggiore. Stiamo vedendo sempre più che elementi della dieta di una madre possono anche aiutare o ostacolare lo sviluppo polmonare del bambino.

“Questa ricerca suggerisce che l’assunzione di integratori di vitamina D e olio di pesce durante la gravidanza potrebbe avere benefici per neonati e bambini piccoli. Vorremmo vedere ulteriori ricerche in questo settore per supportare questi risultati in quanto ciò potrebbe portare a nuove raccomandazioni per l’integrazione durante la gravidanza. Le donne incinte dovrebbero sempre parlare con il proprio medico prima di assumere integratori.

Adv

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: