Benessere

Ocho: La perdita di peso è benefica per le persone con obesità, ma non per le persone magre

Secondo uno studio su quasi 200.000 persone, la perdita di peso intenzionale può portare benefici per la salute a lungo termine alle persone con obesità, indipendentemente dal metodo o dalla strategia che utilizzano. Coloro che hanno perso più di 4,5 kg hanno avuto un aumento di peso inferiore e un minor rischio di diabete di tipo 2 rispetto a quelli che non hanno perso peso, ma gli individui magri non ne hanno beneficiato, con tentativi di perdita di peso associati ad un aumento di peso a lungo termine e maggiori rischi di tipo 2 diabete. La ricerca sarà pubblicata il 27 settembre sulla rivista ad accesso aperto PLOS Medicine .

L’obesità può portare a maggiori rischi di malattie tra cui il diabete di tipo 2. Il controllo del peso può essere una strategia efficace per prevenire e gestire l’obesità e le malattie correlate, sebbene il cambiamento di peso a lungo termine e il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 non siano ben studiati.

Qi Sun e colleghi della TH Chan Harvard School of Public Health, negli Stati Uniti, hanno incluso partecipanti sani da tre studi di coorte prospettici dal 1988 al 2017. Gli individui avevano un’età compresa tra 24 e 78 anni e prevalentemente femmine – 11,6% maschi e 14,2% maschi nelle coorti . Hanno raggruppato i metodi che hanno portato a una perdita di peso di oltre 4,5 kg in sette categorie: dieta ipocalorica, esercizio fisico, dieta ipocalorica più esercizio fisico, digiuno, programma commerciale di perdita di peso, pillole dimagranti e una combinazione di digiuno, pillole commerciali e dietetiche (FCP).

L’esercizio è stato più efficace per il controllo e la prevenzione del peso a lungo termine negli individui con obesità e associato al minor aumento di peso dopo quattro anni: 4,2% in media in meno di peso rispetto all’inizio negli individui con obesità, 2,5% di perdita di peso in sovrappeso e 0,4 % nelle persone magre. Questo è stato invertito per FCP, che ha visto gli individui con obesità sostenere una perdita di peso dello 0,3%, le persone in sovrappeso che hanno sostenuto un aumento di peso del 2% in più e le persone magre un aumento di peso del 3,7% in più.

24 anni dopo, il rischio di diabete è stato ridotto per le persone con obesità indipendentemente dalla strategia di perdita di peso, variando da una riduzione del 21% per l’esercizio fisico a una riduzione del 13% per le pillole dimagranti. Per gli individui in sovrappeso, i ricercatori hanno visto una riduzione del 9% del rischio di diabete di tipo 2 per l’esercizio fisico a un aumento del 42% del rischio per coloro che assumevano pillole e, negli individui magri, tutta la perdita di peso era associata a un aumento del rischio di tipo 2 diabete — che vanno da un aumento del 9% per l’esercizio e un aumento del 54% per le pillole o FCP.

Gli autori concludono che mentre la perdita di peso può essere benefica per coloro che sono in sovrappeso e obesi, le strategie di perdita di peso non portano gli stessi guadagni per le persone magre e le strategie di perdita di peso dovrebbero essere utilizzate solo da coloro che ne hanno bisogno dal punto di vista medico.

“Siamo rimasti un po’ sorpresi quando abbiamo visto per la prima volta le associazioni positive dei tentativi di perdita di peso con un aumento di peso più rapido e un rischio di diabete di tipo 2 più elevato tra le persone magre”, aggiunge Sun. “Tuttavia, ora sappiamo che tali osservazioni sono supportate dalla biologia che purtroppo comporta esiti negativi per la salute quando gli individui magri cercano di perdere peso intenzionalmente. La buona notizia è che le persone con obesità trarranno chiaramente beneficio dalla perdita di qualche chilo e i benefici per la salute dureranno anche quando la perdita di peso è temporanea”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: