Tag: Harvard Medical School

Diabete tipo 1: proteggere i tutori

DIABETEASY per partecipare clicca qui Un gene guardiano che protegge dal diabete di tipo 1 e da altre malattie autoimmuni esercita gli effetti di schermatura sul pancreas alterando il microbiota intestinale. Le esperienze nei topi nati con il gene protettivo dimostrano che l’esposizione agli antibiotici durante le finestre critiche […]

Lo studio sugli adulti con diabete tipo 1 “anziani” sottolinea l’importanza del controllo del glucosio per una vita longeva

Una migliore gestione è legata a minori rischi di malattie cardiovascolari, la principale causa di morte in questa fascia di popolazione. “La gente sta vivendo più a lungo con il diabete di tipo 1 e l’inizio delle complicazioni sta prendendo più tempo”, afferma Hillary Keenan, Ph.D., un ricercatore […]

Un virus può proteggere dal diabete di tipo 1, altri possono aumentarne i rischi

I medici non possono prevedere chi svilupperà il diabete di tipo 1, una malattia autoimmune cronica in cui il sistema immunitario distrugge le cellule necessarie per controllare i livelli di zucchero nel sangue, tale patologia richiede iniezioni multiple di insulina giornaliere e un monitoraggio continuo della glicemia. Ora, […]

Diabete tipo 2: un cambio di paradigma nel trattamento secondo i ricercatori

Le malattie cardiache sono la principale causa di morte nel mondo e aggravate dal diabete di tipo 2, ma i regimi di trattamento terapeutico per il diabete tendono a concentrarsi principalmente sulla mantenimento dello zucchero nel sangue in “bolla”. Questo approccio comune per la gestione del diabete tipo […]

La PCSK9 aumenta nelle femmine e nei giovani con diabete di tipo 1: perché?

La Proproteina covertasi subtilisina/ Kexin tipo 9 (PCSK9) è aumentata nelle giovani donne e nei giovani con diabete di tipo 1 (T1D), secondo la ricerca pubblicata online il 6 giugno in Diabetes Care. Amy E. Levenson, MD, della Harvard Medical School di Boston, e colleghi hanno misurato i […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: