Vivo col Diabete

Verso Pasqua

Pasto

Questa settimana che va a cominciare ci porta a pasqua, e come in tutte le feste comandate, in particolare, si fanno delle mangiate esagerate (anche se da quando ci sono i supermercati ogni giorno è super). Allora abbiamo il problema di come affrontare il dilemma festivo sul versante della tavola, per noi che abbiamo il diabete: fregarsene, tanto una eccezione non rovina la regola; oppure pensare a come gestire la faccenda?. Per la prima situazione non ho nulla da dire, ciascuno di noi è libero di agire come crede; per la seconda invece qualcosa è opportuno far presente. In queste occasioni di festa l’atteggiamento da assumere, positivo, è di ragionare. Innanzitutto l’unico limite da porsi è difronte all’eccesso, e al tentativo di persone, ignare della vostra condizione, oppure indifferenti, a rimpinzarvi lo stomaco allo scopo di sgombrare frigo e congelatore per le pulizie di primavera. Quindi controllate, come sempre, i carboidrati e grassi che mangiate, e in base alla glicemia che avete regolate di conseguenza l’insulina. Nel caso di pasti molto lunghi (come durata – esempio più di due ore) io, oltre alla rapida fatta prima del pranzo, ne faccio una supplementare dopo (3/4 prima e 1/4 dopo). Eppoi faccio un controllo aggiuntivo della glicemia due ore dopo aver mangiato. Tirando le somme, con qualche piccolo accorgimento potete fare una Pasqua alimentare senza troppi problemi. Auguri.

Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Vivo col Diabete

Con tag:,,