Vivo col Diabete

Contro corrente

controcorrenteIn questi mesi di vita con questo blog dedicato alla mia vita col diabete guardando dentro alla blogosfera diabetica, ho notato una cosa sulla formazione dei percorsi di scrittura e narrazione sulla condizione del diabete: quasi tutti i weblog sono sorti con l’esordio della malattia del blogger. La cosa fa chiaramente pensare ha due temi: la necessità di far conoscere quello che succede al diabetico di nuovo ingresso con questa condizione che ti cambia l’esistenza, ed è anche un modo per rappresentare il bisogno, la ricerca  di sostegno e confronto nel merito della vita col diabete. Io in questo senso vado per scelta e per tempi contro corrente: in primo luogo perché quando mi è esordito il diabete non c’era né internet, né i blog (e questo è un dato oggettivo); in secondo luogo la scelta di scrivere sulla malattia, e non mi trattengo dal chiamarla col suo vero nome, è legata dalla voglia di parlare liberamente e responsabilmente della mia vita con il diabete, con l’auspicio di contribuire a far crescere la consapevolezza che questa patologia non è un limite alla vita umana ma un parte di noi che va gestita. Se non lo si fa allora sì che diventa un problema.